Ottimizza il processo di consegna

Rendi efficiente e veloce la consegna e il ricevimento delle merci nella grande distribuzione organizzata

Affronta la crisi del trasporto con le soluzioni per il largo consumo

Le aziende del largo consumo hanno l’urgenza di fronteggiare le criticità importanti che stanno interessando il mondo della logistica, e la necessità di razionalizzare l’uso di una risorsa ora più che mai preziosa: il trasporto.

17 sono le soluzioni raccolte nel corso di numerosi progetti di ricerca condotti, con approccio scientifico, da ECR Italia con il coinvolgimento delle aziende della filiera dei beni di largo consumo e il supporto del team congiunto dell’Università Cattaneo LIUC e del Politecnico di Milano.

Queste 17 soluzioni confluiscono in 6 linee di intervento per raggiungere 2 macro obiettivi:

  • Ottimizzare i viaggi su gomma
  • Ottimizzare l’uso della risorsa “autista”

Ciascuna soluzione si struttura in:

  • Descrizione
  • Come implementarla
  • Aree di impatto

Soluzioni per affrontare la crisi del trasporto su strada nel settore del largo consumo

Il bluebook che illustra le soluzioni per impiegare al meglio la risorsa del trasporto e fronteggiare le criticità ad essa connesse.

Scarica

Estendi le finestre di scarico e migliora la saturazione dei mezzi

Per superare le inefficienze legate alla concentrazione in fasce orarie ridotte del ricevimento delle merci nei centri distributivi della grande distribuzione e per efficientare il processo “order to delivery”, ECR Italia ha affidato ad un team congiunto dei ricercatori della LIUC Università Cattaneo e del Politecnico di Milano, la ricerca e l'analisi di fattibilità di due soluzioni:

  1. Estendere le finestre giornaliere di ricevimento presso i  Ce.Di. della GDO, per migliorare il rispetto delle date di consegnaridurre le attese allo scarico da parte dei trasportatori e degli operatori logistici (3PL).
  2. Standardizzare le altezze delle unità di carico intere mono-referenza dei fornitori, per migliorare la saturazione volumetrica in partenza degli automezzi e ridurre la complessità nell’attività di scarico in banchina ai Ce.Di.

Migliorare l'efficienza logistica

  • Una questione di slot e saturazione mezzi

    Il bluebook che descrive le due soluzioni per ottimizzare il processo di consegna, che possono facilitare l’organizzazione dei trasporti e alleggerire l’attuale pressione su questo settore.

    Scarica

Ottimizza il ricevimento della merce e implementa il DESADV

Per rendere efficiente e veloce la consegna e l’accettazione delle merci ai magazzini della grande distribuzione organizzata e migliorare tempi, costi ed emissioni, occorre assicurare:

  • La conformità ai requisiti fisici e tecnici delle unità di carico, alle caratteristiche dimensionali, strutturali e identificative di pallet e di colli.
  • La corretta relazione tra il flusso fisico delle merci e il flusso informativo durante tutto il processo di consegna.

Questo è possibile anche grazie all'utilizzo degli standard GS1. GS1 Italy condivide le migliori pratiche applicabili al mercato italiano in due pubblicazioni:

Consulta le linee guida GS1 Italy

  • Ottimizza la consegna ai magazzini

    Le linee guida ai requisiti per il ricevimento della merce presso i magazzini tradizionali e automatici.

    Scarica
  • Ottimizza il processo di consegna con il DESADV

    Le buone pratiche per implementare in modo corretto l'avviso di spedizione (DESADV) e gli standard GS1 di identificazione.

    Scarica

Ottimizza la consegna ai magazzini della GDO per garantire il ricevimento della merce

Il crescente aumento dei requisiti per l’accettazione delle unità di carico che vengono consegnate ai magazzini della GDO mette in evidenzia diverse complessità nelle fasi operative di consegna e di ricezione delle merci. In molti casi, si tratta di non conformità delle caratteristiche dimensionali, strutturali e identificative di pallet e di colli.

Non rispettare tutti questi requisiti, che spesso variano tra i diversi magazzini, potrebbe creare problemi nella gestione delle unità di carico sia da un punto di vista amministrativo che da un punto di vista fisico, come ad esempio:

  • Respingimenti.
  • Colli di bottiglia.
  • Costi addizionali.
  • Extra tempo per attività non a valore aggiunto.
  • Occupazione di spazio in magazzino per le rilavorazioni.
  • Inefficienze organizzative e movimentazioni aggiuntive.
  • Ritardi nei rilasci degli automezzi allo scarico.

Nelle linee guida "Ottimizza la consegna ai magazzini" GS1 Italy mette a disposizione di tutti gli attori della filiera le indicazioni condivise sulle caratteristiche fisiche e tecniche delle unità di carico per garantire che vengano accettate al loro arrivo ai magazzini della GDO, sia quelli dotati di sistemi movimentazione e stoccaggio tradizionali sia quelli che utilizzano sistemi automatizzati.

Contengono inoltre un glossario condiviso di terminologie e un elenco di nomenclature per le diverse conformazioni di carico, utili nelle fasi operative e in quelle amministrativo-contrattuali.

Implementa il DESADV: una supply chain digitale grazie all’EDI

Lo sviluppo di una supply chain digitale è legata a filo doppio con l’EDI, in particolare all'utilizzo dei messaggi elettronici:

  • Avviso di spedizione (DESADV).
  • Avviso di ricezione (RECADV).
  • Proof of delivery (POD) digitale, per puntare così alla tracciabilità delle consegne e a consegne certificate.

Nelle linee guida "Ottimizza il processo di consegna con il DESADV" GS1 Italy propone le buone pratiche per implementare in modo corretto l'avviso di spedizione (DESADV) e gli standard GS1 di identificazione e di cattura automatica dei dati.

La digitalizzazione dei processi della filiera, infatti, è una delle priorità per le aziende del largo consumo emersa nella nuova "Mappatura dei flussi logistici del largo consumo in Italia" realizzata da GS1 Italy in ambito ECR.

In questo contesto in rapida evoluzione, le aziende stanno lavorando insieme per:

  • Raggiungere livelli sempre più alti di digitalizzazione.
  • Garantire l’interoperabilità nella filiera.
  • Ottimizzare il processo di consegna e integrare i flussi fisici e informativi.

In ECR la collaborazione crea innovazione di filiera
GS1 Italy continua a lavorare in ambito ECR con tutti gli attori della filiera (produttori, distributori, operatori logistici e trasportatori) in diversi gruppi di lavoro attivi per individuare e condividere le migliori pratiche e gli standard GS1 utili a favorire il dialogo tra le aziende e la collaborazione di filiera. 
​​​​​​​Entra nella community ECR Italia

Vuoi saperne di più? Chiamaci allo 02 7772121, oppure scrivici a questo indirizzo email: logistica@gs1it.org